Ilaria per lavoro è sempre in giro, e appena può Gianluca la segue. In Italia o in giro per il mondo a trovare amici expat. In Perù sono stati ben due volte, una per appagare un sogno d’infanzia e l’altra per il matrimonio di un loro caro amico.

 

 

O tu vai ne' i Perù, o tu sposti la Chiesa, o tu vinci ai Totocalcio.
Io vò ne' i Perù tu fa come ti pare!
Citazione “Madonna che silenzio c’è stasera” (Francesco Nuti)

 

Questa frase da ragazzo mi ha incuriosito a tal punto che poi ci sono andato davvero! Abbiamo scelto il Perù perché era uno dei paesi che sognavo di visitare fin da quando ero piccolo, il fascino di Machu Picchu - ci racconta Gianluca - L’altro era il Giappone, dove sono stato (e dove forse presto ritorneremo, vero Ilaria?). Per andarci abbiamo scelto un viaggio solidale, on the road, che prediligesse le piccole strutture, le case private e le onlus italiane che operano sul territorio, agli alberghi internazionali.

 

 

Le tappe del nostro tour di 13 giorni sono state quelle più famose (molte ripercorse anche dal reality Pechino Express). Siamo arrivati a Lima (città in cui ritorneremo l’anno successivo per il matrimonio) per poi scendere al sud verso Paracas, Nazca e Arequipa. I primi giorni, a livello del mare, ci siamo acclimatati prima della lenta salita fino ai 4000 metri di Puno e del lago Titicaca, con tutti i problemi connessi all’altitudine.

 

 

 

 

 

Personalmente il lago Titicaca è il luogo che mi ha colpito di più. Se ripenso ora al Perù la prima immagine che mi viene in mente è quel lago immenso, così vasto da sembrare un mare,visto dalla splendida isola di Tacquile sotto la via lattea che all’imbrunire si accendeva come il cielo di un presepe!  Spettacolari anche le isole galleggianti Uros, gli abitanti con i loro abiti colorati (indossati anche da Ilaria ma non ha voluto pubblicare la foto).

 

 

 

 

 

Ci siamo poi spostati a Cuzco e abbiamo visitato le saline di Maras, per giungere prima Ollantaytambo, poi all’imperdibile Machu Picchu.

Sono stati 13 giorni faticosi, ma davvero intensi. Il cibo è ottimo e sorprendente (ho adorato il Ceviche), i peruviani sono persone gioviali, allegre e scherzose, e poi tutte hanno almeno un parente in Italia!

 

Nel nostro primo viaggio in Perù abbiamo visto molto, macinato tantissimi chilometri, ma ancora il Perù è tutto da scoprire, come quando l’anno successivo ci siamo diretti al nord nelle bellissime spiagge di Mancora amatissime dai surfisti. Ci manca la parte Amazzonica, chissà un giorno…

Le proposte di viaggio Cinevel per il Perù

Cinevel propone due pacchetti di viaggio in Perù sulle orme del film "I Diari della Motocicletta". I tour ripercorrono  gran parte dello spazio attraversato dal Che e dal suo compagno Granado durante il loro mitico viaggio a bordo della Poderosa. 

Se sei interessato ad un viaggio in Perù e in Sud America, contattaci: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. costruiremo insieme il tuo viaggio.  

 

Nb. Le foto di questo articolo sono di Gianluca e Ilaria. Guarda le foto scattate da Ilaria nei suoi viaggi e pubblicate su Instagram #GirodIlaria

 

Benvenuti nel blog di Cinevel, il tour operator italiano che vi fa viaggiare nei luoghi dei film e libri più amati di sempre.
Scopri le nostre destinazioni.